Il nodo alla cravatta

Il nodo alla cravatta

la guida per farlo perfetto



(PubliWeb) Molti uomini sono inesperti nel fare il nodo alla cravatta, anche perché la indossano solo in determinate occasioni. Ecco come imparare a farlo in modo impeccabile, in base ai vari tipi di nodo: semplice, doppio, Windsor e quello piccolo.
Il più utilizzato è il nodo semplice che si adatta a tutte le camicie. Per prepararlo bisogna: sollevare il collo della camicia, abbottonate l'ultimo bottone e posizionate la cravatta. Bigogna dirigere la gambetta in base alla vostra statura, all'altezza della cintura (se siete di media altezza) o poco al di sopra (se siete alti). In seguito è necessario incrociare la gamba sulla gambetta, al di sotto del collo, e far scivolare la gamba sotto la gambetta. Poi far passare la gamba verso l'alto sotto la cravatta, posizionando l'indice nel nodo in formazione. Togliere l'indice e far scivolare la gamba nell'anello. Tenendo ferma la gambetta, bisogna tirare pian piano su la gamba per stringere l'anello. Sistemare il nodo e poi farlo risalire fino all'ultimo bottone del collo.
Nel nodo doppio, bisogna abbottonate l'ultimo bottone della camicia e sollevare il colletto, per far scivolare la cravatta attorno al collo. Posizionare la gamba della cravatta in modo che questa sia ben più lunga rispetto alla gambetta. Ora, sotto il collo, passare una prima volta la gamba della cravatta attorno alla gambetta e poi, subito dopo, passare una seconda volta la gamba attorno alla gambetta. In seguito portare la gamba verso l'alto e farla scorrere nell'anello chiuso formatosi con la prima e la seconda rotazione. Infine si fa risalire il nodo, posizionandolo al centro del collo.
Il nodo Windsor è di stile inglese e si può effettuare solo su colli aperti. Questo nodo elegante si fa solo se cade esattamente al centro del collo, a nasconde l'ultimo bottone della camicia. Bisogna far scivolare la cravatta attorno al collo dopo aver abbottonato l'ultimo bottone della camicia ed averne sollevato il colletto. Come per il doppio nodo, le due estremità della cravatta devono essere posizionate in modo asimmetrico. La gamba, quindi, deve essere ben più lunga della gambetta. In questo modo si incrocia la gamba della cravatta sulla gambetta. Tenendo fermo l'incrocio, di fianco, si esegue un anello, facendo risalite la gamba sotto la cravatta e ripiegandola. Così si porta la gamba sull'altro lato, proprio sotto l'incrocio. Ora bisogna fare un altro anello, semplicemente facendo risalire la gamba sopra la cravatta e ripiegandola. Come prima cosa si passa orizzontalmente la gamba sotto la gambetta e poi si passa verticalmente la gamba sotto la cravatta, togliendo le pieghe e facendo scivolare la gamba nell'anello. Non rimane che tirate delicatamente sulla gamba per stringere la cravatta
Il nodo piccolo infine è l'ideale per camicie a collo stretto. Si posiziona la cravatta attorno al colletto della camicia e si fa ruotare la gamba di 180 gradi. Quest'ultima deve essere più lunga della gambetta. Sotto il collo, bisogna portare la gamba della cravatta sotto la gambetta e passare dopo, la gamba sopra la gambetta.


Bisogna tenere ben saldo l'anello creato e passare la gamba al di sotto e verso l'alto, eliminando le pieghe della gamba e facendola scivolare nell'anello. Infine si fa risalire il nodo verso il collo.

I Link :
Guida per fare il nodo della cravatta (Video)
Tutti i tipi di nodi della cravatta

vestirsi per sedurre
Abbigliamento delle grandi abbuffate
Abbigliamento di classe
L'abito dello sposo e gli accessori

Life Style

Società



Loading...
Loading...