Il gene femminile del divorzio

Il gene femminile del divorzio

alle donne attribuita la causa



(PubliWeb) Le statistiche sul numero dei divorzi negli ultimi anni in Italia e nel mondo sono allarmanti. I matrimoni finiscono sempre più spesso perché ci si disinnamora del proprio compagno, ma non solo. Le coppie spesso si lasciano perché uno dei coniugi tradisce provando un'attrazione irrefrenabile nei confronti di un'altra persona. Gli innamorati si separano perché si fa sempre meno sesso, perché con gli anni viene a mancare il rispetto basilare di un rapporto a due, perché si è troppo egoisti e anche perché, a volte, non arrivano i figli.



Il divorzio a volte avviene anche a causa dei tempi che sono cambiati e il passaggio alla maturità vera e propria arriva troppo tardi (e in alcuni casi non arriva mai e si resta eterni Peter Pan). La donna è più emancipata e consapevole, meno arrendevole e succube dell'uomo rispetto a diversi anni fa, ma secondo uno studio svedese del Karolinska Institute, esiste il gene femminile del divorzio. Lo studio ipotizza che una delle cause delle separazioni attuali, è da attribuire alle donne nelle quali per ragioni genetiche l'ossitocina (ormone dell'amore), termina di far bene il proprio compito. Naturalmente non si può inciampare nell'errore di considerare totalmente responsabili del divorzio solo le donne che hanno il valore dell'ossitocina elevato. Lo stesso istituto svedese ha anche identificato, in uno studio analogo di quattro anni fa, un equivalente genetica maschile del gene recettore dell'ormone dell'amore. Nel caso del sesso maschile si parla di vasopressina, ormone che regola la propensione alla fedeltà e contribuisce all'aumento delle separazioni dal proprio partner.

I Link :
Perchè si divorzia

I lavori che portano al divorzio

Italiani e tradimenti

Lei ti tradisce?

Cosa odiano le donne?


Lei e Lui